Conse ctetuer adipiscing

49e6be42633805.5607297137151
6a22bb42633807.560725c11ed5e
IMG_6315
59c34542633801.560725c22d532
770e3342633809.5607269011e95
21d4f342633797.5607268fc8a67
b6efaa42633779.5607268f18c9a
f8d4bd42633803.560726ea9d1ea
paolo_ming
collezione2013m-01
musica_hobo
luna_hobo
giovanni_hobo
sibilla_hobo
app_behobo-01
cornee_hobo

Be Hobo

© Virginia Capoluongo / Jukuki

La paura di un’imminente austerità parla per slogan pubblicitari.

Il progetto Be Hobo tenta, attraverso una forte provocazione, di rendere la crisi economica un vero e proprio marchio.

Una doppia provocazione quindi, da una parte la critica del marketing che cerca di rendere ogni cosa un prodotto, dall’altra un invito ad essere eleganti anche nel vivere come un senza tetto.

Be Hobo propone una serie di cartelli prodotti su supporti rigidi, colorati, resistenti e leggeri, che rappresentano un’ottima strategia per i giovani che si preparano ad un futuro on the road.

Nella nuova collezione compaiono anche le frasi scritte dai partecipanti al contest online “Sono così povero che…” ed i Cartelli d’Autore, scritti da personaggi ospiti del progetto, come gli scrittori Valerio Evangelisti e Giovanni Di Iacovo.

Saremo noi i mendicanti della nuova generazione! Fatti trovare pronto.

Information
Category:

Art Projects

Date:

5 ottobre 2012